info@prolocopozzuoli.it   081 3032275          
25°C
Pozzuoli
few clouds
Umidità: 58%
Vento: Km/h

San Procolo

Se ti chiami Procolo allora sicuramente sarai originario di Pozzuoli!

Il nome era, infatti, un tempo molto diffuso nella cittadina dei Campi Flegrei. Veniva e lo è tutt’oggi dato in onore del Santo, Patrono della città di Pozzuoli. Per la chiesa cattolica San Procolo è celebrato il 18 ottobre assieme ad Eutichete e Acuzio, come riporta il Martirologio Romano:

«18 ottobre – A Pozzuoli in Campania, santi martiri Procolo, diacono, Eutichete e Acuzio.»

Ma a Pozzuoli tale celebrazione è stata spostata al 16 novembre, a seguito del decreto della Sacra Congregazione dei Riti del 10 dicembre 1718, poiché ad ottobre molti puteolani erano impegnati nel lavoro dei campi. Tutt’oggi è così. Fino al 1970, anno dell’evacuazione del Rione Terra, alla mattina del 16 novembre il quartiere del Seicento pullulava di visitatori e credenti intenti a raggiungere la Cattedrale dedicata al Santo Patrono, posta tra i vicoletti, per ascoltare la messa ufficiata dal Vescovo di Pozzuoli.
Alla mattina del 16 novembre si teneva e si tiene tutt’oggi solo la celebrazione e nessuna processione. Quest’ultima è fatta la seconda domenica di maggio, quando il busto di San Procolo è portato in processione per le strade cittadine con San Gennaro e San Celso. I tre, insieme a Acuzio, Eutichete, Desiderio e Sossio, furono compagni di martirio nel 305 d.Cristo.

Durante la celebrazione del 16 novembre e durante quella che si svolge dopo la processione della seconda domenica di maggio, i fedeli intonano in onore di San Procolo un inno molto semplice:

«Oh San Procolo protettore,
beato martire del Signore,
alla Vostra gran potenza
ricorriamo con confidenza,
impetrate a questa città
viva Fede,
ferma Speranza
e perfetta Carità»

Ve ne è anche un altro, risalente al Settecento, recuperato da poco. I puteolani usano dire: «San Procolo è pisciasotto». Questo perché il 16 novembre la tradizione vuole che ci sia sempre la pioggia.

Buon San Procolo, Puteolani!